Mission-COOPERATIVA SOCIALE MONTEPAOLO

COOPERATIVA SOCIALE MONTEPAOLO

Mission

Sono stati elaborati e portati avanti nel corso degli anni progetti terapeutici volti allo sviluppo della persona in una prospettiva sia individuale che gruppale. Si è cercato di creare uno spazio di vita e di comunicazione con i nostri ospiti attraverso la psicoterapia di gruppo, le assemblee con gli utenti e la promozione di numerose attivita' con finalita' riabilitativa, riguardanti sia l'ambito della quotidianita' (cura persona, cucina, spese personali) sia quello più specificatamente creativo sia quello ludico ricreativo (gioco, gite, cinema, ecc.). Particolarmente qualificante l'attenzione alla corporeita' attraverso anche l'attività, di palestra e in piscina.

           

Il nostro metodo prevede una collaborazione con i  Servizi psichiatrici nella convinzione che il "lavoro di rete" rappresenti la migliore risposta alla complessita' delle problematiche psichiatriche e la migliore garanzia di una continuità terapeutica che promuova livelli di autonomia realmente superiori compatibilmente con la gravità della patologia trattata.

 

La Cooperativa Sociale Montepaolo, ha le seguenti politiche ed obiettivi generali.

 

1) Integrazione con il territorio: la Cooperativa, attraverso le sue strutture, partecipa e/o promuove attivamente la formazione di luoghi di confronto (forum, consulte, ecc.) al fine di promuovere scambi di competenze ed informazioni, per integrare meglio la propria offerta con quella altrui, per sollecitare la messa a disposizione di risorse, per creare una nuova consapevolezza circa le problematiche delle persone svantaggiate e per aumentare la propria visibilità e riconoscibilità al fine di rendere più agevole l'attuazione e più pronta l'accettazione di nuove iniziative.

 

2) Centralità dell'Utente - fruitore: La Cooperativa pone al centro delle proprie aree di intervento  e dei propri servizi la persona, nella sua globalità, definendo di volta in volta interventi sempre più specifici e rispondenti ai bisogni rilevati. Avvalendosi si strumenti quali la progettazione personalizzata, la Cooperativa persegue l’obiettivo di porre al centro del proprio operato sociale i bisogni dell’utente e delle loro famiglie.

 

3) Promozione della cultura della qualità: La Cooperativa, attua al suo interno un sistema di regolazione e controllo che contempla tutta l’organizzazione delle varie strutture operative interne al fine di:

- rendere visibile il sistema qualità come traduzione operativa dei valori di riferimento dell’impresa sociale;

- effettuare una autodiagnosi e rilevare la propria collocazione all’interno del sistema qualità consortile di riferimento;

- progettare piani di miglioramento secondo criteri di specificità e rilevanza territoriale.

 

4) Promozione dell'Impresa sociale: la Cooperativa, opera fattivamente affinché presso il pubblico più ampio possibile aumenti la consapevolezza circa le potenzialità della cooperazione sociale nel rispondere con efficacia ai bisogni sociali emergenti, al fine di ottenere stimolo e supporto per l'impresa sociale.

 

5) Riconcezione dei servizi: La Cooperativa, nell’ambito del dialogo con i Servizi Pubblici del territorio in cui opera,  si impegna a monitorare costantemente la corrispondenza della propria offerta con le richieste del territorio e dei singoli, in un’ ottica di miglioramento continuo della propria opera.

 

6) Sviluppo dell'assetto societario: la Cooperativa ha necessità, per realizzare la propria missione, di ampliare costantemente la base sociale, di articolarla e di aumentarne la consapevolezza ed il senso di appartenenza. Questo costante impegno deve essere supportato da specifici progetti di informazione e formazione, ed una costante attenzione agli aspetti di comunicazione verso i pubblici di riferimento.

 

7) La Cooperativa pone molta attenzione alla cura delle risorse umane, vero e unico capitale attraverso cui si attua, si sviluppa e si migliora la qualità operativa di tutte le strutture interne. Tale attenzione si concretizza nel porre come centrali i seguenti aspetti, in un ottica di integrazione degli stessi con il processo di gestione e l’intero sistema qualità:

- percorsi formativi programmati e organizzati in maniera tale che i contenuti tecnico operativi siano da un lato adeguati alle attività realmente svolte e dall’altro siano accompagnati da un’azione formativa volta d una crescita delle risorse umane in termini culturali, di adesione e di condivisione verso le  finalità della COOPERATIVA;

-  La soddisfazione degli operatori, intesa come attenzione alle condizioni fisiche e psichiche del singolo oltre che al favorire un clima di lavoro positivo e stimolante, è oggetto di continuo controllo e monitoraggio. A tal fine vengono svolti periodici incontri collettivi e, se necessario, individuali che consentono di individuare eventuali disagi in ordine allo stato dell’operatore, al suo grado di soddisfazione o frustrazione o disagio nei confronti dell’utenza, dei progetti, dei ruoli o delle regolamentazioni  interne.

- La sicurezza degli operatori è uno degli aspetti qualificanti le modalità di lavoro nelle varie strutture operative. L’attività formativa ai fini della sicurezza non è scindibile dagli aspetti formativi inerenti la qualità, ed entrambi non sono d intendere come sovrastrutture ai contenuti operativi dei corsi, ma sono derisoli attraverso i quali viene strutturato e formalizzato il know how. Quanto previsto in merito alla normativa vigente sulla sicurezza, in termini di valutazione e analisi dei rischi, in termini informativi, formativi ed organizzativi deve vedere l’operatore, nei limiti e con le modalità previsti dalla normativa stessa, come effettivo protagonista e motore del miglioramento, oltre che destinatario.